Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / i contenuti contrassegnati come “Facebook Pixel [noscript]” utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

COSA FAREMO ALLA RIAPERTURA DEGLI STUDI DENTISTICI: INDICAZIONI E RIFLESSIONI.

Dovremo iniziare a pensare alla riapertura dei nostri Studi garantendo la sicurezza di tutti.
Dovremo pensare a nuovi protocolli per gestire il tragitto del paziente, per la sanificazione dei luoghi e per i tempi di esecuzione delle terapie.

Protocolli che, probabilmente, cambieranno di frequente perché seguiranno l’andamento epidemiologico e che, in fase iniziale, avranno bisogno di tempo per essere assimilati e recepiti nella loro completezza, in quanto lontani dal nostro consueto modo di lavorare.

Non esiste, in questo momento, una linea guida italiana specifica per gli Studi Dentistici che protocolli la Prevenzione della trasmissione Covid 19. Abbiamo però voluto stilare dei consigli pratici seguendo anche le linee guida generali di INAIL, ISS e OMS.

1) SALA D’ATTESA:
la sala d’attesa deve essere sgombra da ogni rivista, oggetto o giocattolo e deve avere i posti a sedere distanziati 1 metro l’uno dall’altro. La reception dovrà essere dotata di protezione in plexiglas, per mantenere la giusta distanza tra segretaria e paziente. Non potranno essere presenti in sala d’attesa troppe persone contemporaneamente (almeno per un primo periodo): i pazienti dovranno attendere il loro turno per il minor tempo possibile e l’ingresso in studio sarà consentito ai soli accompagnatori indispensabili (genitori di minori, accompagnatori per non autosufficienti). 

2) ACCOGLIENZA DEL PAZIENTE:
appena entrato in studio il paziente dovrà sanificare le proprie mani con il gel disinfettante che troverà a disposizione e, in caso non indossasse la mascherina chirurgica, sarà lo studio a fornirgliela come forma di rispetto e tutela di altri pazienti eventualmente presenti in sala d’attesa.

3) SICUREZZA E PRIVACY:

il “Protocollo Condiviso del 14 Marzo 2020”  è un documento molto importante in quanto copre svariati aspetti relativi alla sicurezza nei luoghi di lavoro ma, pur non rappresentando una fonte normativa,  è protocollo d’intesa volto a favorire buone pratiche e misure di contenimento dei virus nei luoghi stessi. Prevede misure rivolte a datori di lavoro e personale dipendente, che seguono la logica delle precauzioni e che attuano le prescrizioni del legislatore e le indicazioni dell’autorità sanitaria. 

Le misure introdotte in materia di Privacy sono:

il datore di lavoro può misurare la temperatura  ai dipendenti e se la temperatura supera i 37°, non potranno accedere al luogo di lavoro (documentando le ragioni dell’allontanamento) . La misurazione della temperatura dovrà avvenire rispettando la normativa in materia di trattamento di dati personali, partendo dall’obbligo di fornire un’informativa dove devono essere indicati: la finalità, la base giuridica (adempimento dell’implementazione dei protocolli di sicurezza ai sensi dell’art 1 paragrafo 7, lettera (d) del DPCM 11 marzo 2020 ) e la conservazione dei dati.

Siamo a vostra disposizione per darvi supporto.
I nostri uffici sono operativi in smart working.
Ci potete contattare al ☎️392 959 6931

Vedi anche: studio dentistico in sicurezza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la informativa estesa. Cookie policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / i contenuti contrassegnati come “%SERVICE_NAME%” utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.